cerca

Il voto purificato

30 Agosto 2011 alle 11:00

Ho una certa età, mica sono giovanissimo: ma nella mia vita ho sempre votato a destra e nemmeno una volta, nè per convinzione, nè per protesta, ho dato la mia croce alla sinistra. Ma sono deluso...la delusione è un sentimento importante per quelli della mia età, che qualcosa hanno visto e vissuto ed al massimo, quando confortati dal barlume della saggezza, sono disincantati. Ed allora ho deciso: ho deciso che la prossima sarà la volta decisiva, quella in cui il mio voto senza se e senza ma, e senza nemmeno la necessità di metterlo all'asta, lo devolverò in beneficienza a questa sinistra. Dopo anni ed anni vissuti politicamente border-line, dopo anni spesi in maniera spericolata, tra una partita iva ed una mini evasione, e tanti altri peccati etici (sia chiaro! Tutti prescritti), che l'elenco sarebbe troppo lungo. Quindi sì...ho definitivamente accolto l'idea di votare Pd. Ehi, però! Sia altrettanto chiaro che prima di poter dare il voto e affinchè il mio voto sia purificato dalle omissioni del passato, chiedo che su di esso in via preliminare si esprima la Commissione Nazionale di Garanzia del Partito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi