cerca

Dacci oggi il nostro panem et circenses quotidiano

30 Agosto 2011 alle 17:02

Come sarebbe è sempre bene quel che finisce bene? Che l'ho comprato a fare - governo ladro - il maxi schermo panoramico rombo catastrofe surround cestello popcorn incorporato rateizzato senza anticipo (prima rata aprile 2012, fantastico), se non mi posso vedere in santa pace neanche un grattacielo che crolla in diretta? Come sarebbe niente piu' uragano? Neanche un putiferio piccolo piccolo? Be' certo (oh, quanto a questo, hanno ragione: internet ha cambiato il mondo) nun sto più a cchiede a Petronilla: che sse fa oggi Petroni', se va ar Colosseo a vedesse du' cristiani mozzicati da i' lioni? Ora tutto e' diverso. Ma a parte questo, diciamo a parte il dettaglio tecnico (che prima era pure meglio: er sangue, ar Colosseo, scendevi du' gradini e ce 'nzuppavi dentro er piede: mo', invece, dentro 'sta fregatura de schermo surround rateizzato che c'enzuppi?), sì, insomma, quanto alla sostanza (ch'è quella che conta), anzi allo spirito (che conta anche di più), gratta gratta, si sta sempre li'. E chi si muove. Panem et circenses. Niente disastro on line? butta via il notebook, Wilma: dammi la clava!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi