cerca

Falsi invalidi, neolaureati e disoccupazione giovanile

20 Agosto 2011 alle 09:00

Come tutti sappiamo in Italia ci sono migliaia di falsi invalidi. Come tutti sappiamo in Italia la disoccupazione giovanile, anche per i neolaureati, è molto elevata. Io penso che se lo Stato assumesse dei medici neolaureati e li facesse controllare l’effettiva invalidità di chi riscuote una pensione si otterrebbe: i neolaureati in medicina farebbero un utile tirocinio; la disoccupazione, specie nel sud dove gli invalidi sono più numerosi, sarebbe ridotta anche se solo un po’; l’operazione sarebbe a costo zero, per il periodo del rapporto lavorativo, se solo ogni neolaureato trova un falso invalido (uno stipendio in più, una pensione in meno); l’operazione produrrebbe quindi un utile una volta cessato il rapporto di lavoro; se poi si radiassero a vita dall’albo i dottori che hanno fatto false certificazioni si eliminerebbe la piaga dei falsi invalidi: compensare il rischio di radiazione per un dottore avrebbe un prezzo troppo elevato. Una goccia nell’oceano, però pur sempre una goccia o forse un bicchierino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi