cerca

Viva lo stato di polizia?

17 Agosto 2011 alle 11:24

La squisita Sig.ra Romoli inneggia allo stato di polizia (tributaria, pare di capire). Contenta lei. Se, tuttavia, si fermasse a ragionare, anche solo per un attimo, comprenderebbe che la tracciabilità a 50 euro (anche a 2.500) è una corbelleria. Provi anche solo a pensare (tralascio le altre, non poche, considerazioni) a quanto si spenderebbe in bonifici e a quanto si moltiplicherebbero inutilissime operazioni non gratuite per "tracciare" somme irrisorie (con un'incidenza sui costi tutt'altro che irrisoria). E questo solo per alimentare quello stato di polizia che tanto le piace. A prescindere dagli ulteriori sovraccosti (insostenibili) di "segreteria" per esaudire i suoi desideri. Naturalmente per chi già rispetta le regole, che se lo stato fosse come la Sig. Romoli desidera verrebbe inevitabilmente ammazzato da quei sovraccosti. E già. Perchè chi se ne frega e non emette le fatture non avrebbe nessun bisogno di "tracciamenti". Ci ha per caso pensato? Se, comunque, alla gentile Signora piacciono tanto gli stati di polizia, nell'immediato le suggerirei di emigrare: da Cuba alla Corea del Nord, inframmezzati da Sudan, Cina e Venezuela, di paesi come lei desidera ne è pieno il mondo. L'accoglieranno a braccia aperte. Oppure, se resterà Tremonti, si informi su quali sono le garanzie per il contribuente e comprenderà che le basta attendere solo qualche anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi