cerca

Crisi economica e rivincita del comunismo

17 Agosto 2011 alle 13:00

Si insomma, il comunismo che pareva sconfitto è invece diventato una salsetta nella quale intingono i più diversi partiti e pensatori, più o meno consciamente, in un momento di crisi economica. Capisco certi vecchi politicanti visto che lo hanno nel sangue, ma i giovani che vedono la ricchezza come una colpa, o meglio un furto, mi mettono così tanta tristezza. Il furto c'è stato e purtroppo ai loro danni, ma tra tanti ladri in minima parte ci sono gli odiati evasori parassiti o ricchi imprenditori, mentre cosa dire di coloro che vanno in pensione dopo pochi anni di pubblico servizio (non parliamo poi delle pensioni e dei benefit a vita dei parlamentari), quelli che prendono lo stipendio ma non lavorano anzi non fanno altro che criticare lo Stato per il basso stipendio. Sono quelli che fanno la pausa caffè di un ora, la malattia e poi sono in vacanza, il mal di schiena cronico ma li trovi a giocare a tennis, quelli che la pratica la fanno durare anni, che per avvitare una lampadina ci vuole il carpentiere e l'elettricista perché il lavoro è cosi diviso dai sindacati, ah i sindacati. Allora vedete un po' Voi, ma se questi signori diventassero in una parola produttivi il nostro Paese migliorerebbe dal giorno alla notte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi