cerca

Eliminare anche le Municipalità

16 Agosto 2011 alle 19:30

Con la soppressione di alcune Province, sarebbe stato opportuno eliminare anche le Municipalità. Ad esempio a Napoli, dopo più di cinque anni di attività, le Municipalità si sono rivelate in termini di costi-benefici, del tutto negative. La collettività, per le 10 Municipalità, sostiene spese per l’apparato politico: 10 presidenti, 30 assessori (esterni) e 300 consiglieri dei quali 10 con funzione di vicepresidente; e sostiene spese per il personale, le affittanze ed altro ancora. Comunque l’attività delle Municipalità è stata condizionata dalla mancata attuazione delle riforme degli Enti Locali che prevedeva, fra l’altro, l’istituzione di un nuovo Ente: “la Città Metropolitana” che avrebbe dovuto gestire i problemi di vasta area e le Municipalità avrebbero dovuto assumere le funzioni di un vero e proprio Comune preposto alla soluzione dei problemi locali. Fra Regione, Provincia e Comune, alle Municipalità resta un limitatissimo spazio di potere, senza, peraltro, nessuna autonomia gestionale. Sono contenitori “vuoti” . Insomma le Municipalità avrebbero trovato una giusta collocazione solo se fosse stata istituita la Città Metropolitana con la conseguente eliminazione della Provincia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi