cerca

La tassa "matrimoniale"

14 Agosto 2011 alle 09:00

In un contesto politico e sociale così drammatico come quello che sta vivendo il nostro paese, è necessario che i testardi di ogni ordine e grado giungano a consigli più miti. Il discorso vale per Berlusconi, intransigente sulla patrimoniale, e la Camusso che non vuole vedere toccati i diritti di lavoratori e pensionati. Entrambi, e per diversi aspetti, in realtà avrebbero le proprie ragioni oggettive da spendere. Ci vuole dunque la nomina di un mediatore politico che smussi gli angoli di entrambi e che renda fattibile la tassa "matrimoniale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi