cerca

Frottole

13 Agosto 2011 alle 10:00

Bossi dice che si deve scegliere fra toccare i ricchi o i poveri e che, pertanto, non vuole toccare le pensioni, lasciando intendere che farlo significherebbe danneggiare i "poveri" pensionati. Ma non è di questo che si parla: ritardare i pensionamenti non incide minimamente su chi la pensione già la percepisce (bassa o alta che sia). Da parte sua Bersani critica il governo per la proposta di intervenire sulla costituzione, giudicando che richiederebbe troppo tempo. Ma poi quale soluzione per i costi della politica propone la riduzione del numero dei parlamentari, che altro non è se non una riforma costituzionale. Fra l'altro dimenticando che nel novembre 2005 il Parlamento l'aveva già approvata, ma poi il referendum del giugno 2006 la respinse grazie anche alla campagna del suo partito. E ancora: Bersani accusa la maggioranza di aver governato otto degli ultimi dieci anni e scarica così su di essa la responsabilità della crisi. Ma dimentica i non trascurabili due anni 2006-2007 in cui a governare fu l'Unione, che si impegnò a demolire tutti i provvedimenti presi nella precedente legislatura. In primis, abolendo il famoso "scalone" permettendo ai cinquantenni di andare in pensione anticipatamente rispetto ai lavoratori quarantenni con un esborso di una decina di miliardi di euro per le casse dello Stato. E' una girandola di frottole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi