cerca

Pagare i debiti e reinventarsi

10 Agosto 2011 alle 16:00

Per venir fuori dalla strana situazione, economica e non solo, in cui siamo venuti a trovarci, dobbiamo pagare i debiti (pubblici) e reinventarci. Pagare i debiti accumulati dai settori pubblici delle economie occidentali non vuole dire perseguitare i politici, o gli evasori o qualche altra categoria, ma rendersi conto come cittadini, ma anche come Stati, che va cambiata completamente la gestione del settore pubblico: non è più un settore da cui prendere (assunzioni, assistenza, ricerca di posizioni di rendita, ecc.) ma un settore a cui dare, da aiutare a rientrare in una situazione di equilibrio gestionale e finanziario. Noi cittadini dobbiamo chiedere ai nostri amministratori pubblici di proporsi di pagare i debiti che le varie amministrazioni (comuni, regioni, Stato, ecc.) hanno accumulato. Ciò implicherà la rinuncia ad alcuni servizi e privilegi per la collettività o,almeno, un'organizzazione sociale diversa. Reinventarsi. Il mondo è cambiato, la produzione, il reddito e la ricchezza si sono spostati verso l'Asia. Non possiamo difendere l'esistente o cercare di tornare indietro. Questo cambiamento si è verificato dal punto di vista economico, ma anche più in generale in termini sociali e culturali. L'unica via praticabile è quella di reinventarsi: capire nel nuovo contesto in cui ci troviamo che cosa ci piace / siamo capaci di fare, e farlo. Abbiamo (gli individui, l'Italia, il mondo occidentale) tante belle capacità e le possiamo mettere a frutto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi