cerca

Economia fino all'osso

9 Agosto 2011 alle 08:00

Quando Ugo la Malfa si oppose all’introduzione in Italia della tv a colori, ritardandola di un decennio, il sarcasmo dei politicanti dell’epoca raggiunse le vette del sublime e la figura dell’economista palermitano, che gestiva ministeri economici, fu dileggiata come retrograda e nemica delle conquiste tecnologiche. Tentava, Ugo la Malfa, di tutelare gli interessi economici del Pese impedendo agli italiani di sperperare somme ingenti per un servizio assolutamente privo di necessità. I tempi erano difficili, le cambiali erano l’anima del commercio, le possibilità economiche degli italiani erano striminzite. L’industria elettronica subì un ritardo decennale, molti marchi televisivi del bianco e nero, già famosi, chiusero le produzione proprio perché il mercato attendeva la tv a colori e il bianco e nero aveva del tutto esaurite la sua spinta commerciale. La guerra fra SECAM e PAL (francesi e tedeschi) si servì di Ugo la Malfa per conquistare l’Italia al colore futuro. La Malfa fu intransigente, la tv a colori iniziò le sue trasmissioni solo nel 1972 (Olimpiadi di Monaco), il portafoglio degli italiano doveva esser grato a la Malfa per averlo risparmiato da una tosatura che, dati i tempi, non avrebbe giovato all’economia del Paese (ma sprecò migliaia di miliardi per nazionalizzare l’industria elettrica con gravissimo danno di quei portafogli salvati dall’aggressione del tele colore). Questi sono i misteri d’Italia e Ugo la Malfa fu il santo che miracolò l’Italia gravata dal debito estero e dalla perenne congiuntura economica che ha accompagnato tutti i passaggi della nostra vicenda democratica. Oggi si prospettano anni difficili per il mondo industrializzato dell’Occidente, molte cose dovranno essere ridimensionate e il benessere di cui abusiamo resterà solo un ricordo di gioventù. È necessario, bisogna risparmiare, i debiti degli Stati vanno onorati e solo le privazioni potranno consentirci di onorare le “CAMBIALI” firmate con “orgogliosa sicurezza”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi