cerca

I mercati

4 Agosto 2011 alle 15:56

Forse sarò cretina ma credo che i mercati seguano la logica del profitto e se ne infischiano di chi governa. A me sembra di capire che la borsa sia paragonabile al gregge, tutti vanno dove va il primo, si vende per paura di perdere e questo non dipende dalla politica ma solo dall'indice che si abbassa e si alza in modo quasi meccanico dopo il primo imprinting. Le previsioni sull'andamento borsistico sono praticamente impossiibili, il fenomeno può essere paragonato per difficoltà di lettura a quello del traffico cittadino, non sai mai, se a una certa ora per quella strada troverai un ingorgo e soprattutto non saprai mai perchè. Le variaboli in gioco sono troppe e sconosciute ai più. Se la politica ha un qualche ruolo in questa vicenda questi si identifica nella responsabilità che ha avuto nell'appezzentire la classe media che ha necessità di mettere sotto tutela i propri risparmi e salvare il salvabile frustrando la naturale propensione a spendere rischiando poco anche in borsa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi