cerca

È morto Giuseppe D’Avanzo

2 Agosto 2011 alle 09:00

La morte ha falciato inopinatamente Giuseppe D’Avanzo, ottimo uomo ed ottimo giornalista. Una grande assassina la Morte, la peggiore tirannia che l’uomo subisce sin dalla nascita. Ci rassegniamo all’ineluttabile ma la nostra intera vita è dominata dall’incubo che ci accompagna silente nell’inconscio dell’esistenza. Ce ne libereremmo con grande voluttà: è impossibile. Tutto quello che ha inizio ha fine, è la legge genetica dell’universo. Questo non ci soddisfa più di tanto e vorremmo che la nostra esistenza fosse eterna, anche se i saggi sostengono che morire “necesse est”. Bisogna morire, ma non abbiamo testimonianze valide per affermare il contrario. Fatto sta che si muore e questa ineluttabile certezza non ci rende felici. Giuseppe D’Avanzo è morto: “Sit tibi terra laevis et molliter ossa quiescant”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi