cerca

Doppia morale

2 Agosto 2011 alle 14:25

Riccardo Arena sul Il Riformista del 30 luglio ha lanciato un allarme per il dilagare della corruzione e del malcostume individuale della politica. La perdita del primato dei partiti e dei loro valori ne è la causa e ben diversa era la situazione all’epoca di Tangentopoli quando l’atto corruttivo era per lo più finalizzato a un illecito finanziamento del partito. Concordo che vi sia una sostanziale differenza tra malaffare individuale e “l’illecito finanziamento” di un partito politico. Il caso individuale è facilmente ricondotto alle responsabilità del singolo e, nei casi previsti dal Codice, sanzionabile per via giudiziaria. Diversamente il partito diluisce le responsabilità individuali, opacizza la distribuzione dei proventi illecitamente raccolti e, in caso di grandi partiti, è di difficile gestione giudiziaria. La gravità dell’illecito finanziamento non sta tanto nella sua palese illegalità, ma piuttosto nel coinvolgimento diretto e indiretto di una intera comunità di persone, dai militanti, al funzionari, fino ai politici professionali, che negli anni finiscono per acquisire come “normale” il fatto che il partito possa convivere con l’illegalità. La conseguenza è lo sviluppo di una doppia morale secondo la quale l’illecito personale va censurato e stroncato come immorale mentre quello collettivo, in quanto politico, sia giustificato e da difendere da qualsiasi contestazione. Il signor Arena dovrebbe meditare sul fatto che da Tangentopoli un grande partito, ben noto già allora per le pratiche di “illecito finanziamento”, uscì intatto dalla distruzione della classe politica della Prima Repubblica, causando quel risentimento dell’area moderata del paese che, con altre concause, aprì la stagione del berlusconismo. Fino a che la dirigenza della sinistra italiana, che annovera veterani di quella stagione politica, non farà una seria autocritica non vi saranno le condizioni di legittimità morale per potersi porre alla guida del paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi