cerca

Il mesto tramonto di Zapatero

1 Agosto 2011 alle 15:00

Caro Direttore, tramonta mestamente anche l’era Zapatero. Tutti ricorderanno la sua elezione e il fatto che in breve tempo egli divenne un’icona della sinistra europea. Poi le cose sono andate come sappiamo. Zapatero lascia la Spagna in condizioni peggiori rispetto a come l’aveva ereditata da Aznar, al netto della crisi finanziaria mondiale. Purtroppo oggi governare un paese è diventato, se non più difficile, certamente più complicato, per via delle implicazioni indotte dalla globalizzazione. Perciò il carisma è al più condizione necessaria ma sicuramente non sufficiente per governare bene un paese. Serve, magari, a vincere le elezioni ma certo non è sufficiente ad assicurare sviluppo e stabilità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi