cerca

La riforma della "giustizia"

30 Luglio 2011 alle 16:00

La legge che passa per il processo lungo da approvare forse alla ripresa parlamentare si dice mutuata dalla legislazione tedesca in materia processuale. E però non ci viene data notizia di procedimenti penali allungati da in quel Paese capziosamente per tale scappatoia. Sembra però che in Italia (non siamo tedeschi!) se approvata comporterebbe conseguenze pesanti al limite dell'ingiustizia. Io non so se sarebbe così; ma mi viene il dubbio che tutto questo gran riformare la "giustizia" a piccoli passi (perchè una riforma globale forse non si è idonei a farla o non la si vuol proporre)che è diventato percorso sempre più affrettato da quando si ha di mira la preservazione della fedina penale di un personaggio e pochi altri,sia solo una gran presa in giro della gente comune che viene gabbata anche nella sua pretesa di ottenere un processo lineare e corretto. I rappresentanti politici che governano per il perseguimento di interessi generali e quanti hanno la possibilità di spiegare al popolo dei lettori le cose della politica non fanno un buon servizio se approfittano del loro potere per manipolare la pubblica opinione invece di spiegare, scoprire e combattere il malaffare e le recondite intenzioni. Se non fosse che apprezzo più la conoscenza che l'acccidia smetterei di aggiornarmi sulle cose del Paese dove sono nato e abito; invero talvolta sento il marcio della politica anche in quantità industriale e mi vien voglia di voltarmi dall'altra parte. O è questo che si vuole: lasciare il manovratore a manovrare a suo piacimento!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi