cerca

Tasse e rilancio

26 Luglio 2011 alle 20:00

Gli utili delle aziende italiane sono tassati in modo irrazionale, a parer mio, è il frutto di una “filosofia” che si dovrebbe superare: io Stato ti tasso troppo tanto tu imprenditore evadi e riporti il sistema in pareggio. Aberrante. Per rilanciare l’economia bisognerebbe tassare le imprese in base a 2 aliquote. Una prima aliquota, non superiore al 30 per cento, per gli utili che arrivano fino a 10-12 per cento del fatturato: l’utile normale di un’impresa sana. Una seconda aliquota molto più pesante (50 per cento?) per la fascia di utile che supera questa soglia. A questo punto le imprese avrebbero interesse ad investire nel rinnovo di impianti obsoleti, in ricerca e in tutto ciò che aumenterebbe la competitività delle imprese italiane. Si creerebbero posti di lavoro, aumenterebbe la domanda interna, aumenterebbe il gettito fiscale, insomma si rilancerebbe l’economia. E’ un’ipotesi così improponibile?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi