cerca

"Quei giovani norvegesi incapaci di reagire" / 2

26 Luglio 2011 alle 10:13

Una civiltà che ha sequestrato dalle nostre coscienze il coraggio, la compassione per la paura degli altri, l'orgoglio di essere retti, di essere "anche" membri di una comunità di anime, di provare la rabbia giusta - quella che viene come l'ira di Gesù nel tempio - e l'ottimismo della volontà di combattere per qualcosa in cui crediamo, di scagliarsi con forza e anche con disperazione contro ogni ingiustizia "apocalittica", contro il male ancora radicato in molte parti del nostro universo, e' la stessa civiltà che ha inibito la "bella" morte. E' una civiltà alla deriva che partorisce anime - come Anders - che odiano se stesse, perché ha seminato, coltivato e oramai raccolto i frutti di quella gramigna che e' il falso ideale per cui, brechtianamente, è infelice un paese che necessita di eroismo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi