cerca

Multiculturalismo

26 Luglio 2011 alle 19:00

Non ha mai funzionato, a meno che le diverse etnie non si riconoscessero nell'ideale comune espresso dall'ordine costituito, e quindi accettassero intrinsecamente di rinunciare a parte della loro identità culturale per forgiarne una nuova insieme. In ogni altro caso le varie popolazioni hanno sempre preferito il ghetto, la band-lieu, il quartiere, china town, little Italy, ecc. In alcuni casi poi determinate identità culturali si rivelano particolarmente recalcitranti ad perdere le proprie radici, per citarne solo una, eroica nella sua resistenza millenaria all'assorbiomento senza peró essere destabilizzante per la società ospite, gli Ebrei. Insomma non c'è una regola generale che possa abbracciare e gestire le varie etnie, non si tratta di una popolazione stanziale che si riconosce nei valori delle regole di uno stato per diritto, dato il contributo dato allo stato dalla propria specie. Per ogni etnia servirebbe un regolamento a parte. Altrimenti l'Europa rischia l'esplosione cambriana se trasforma i deditici o peregrini in cittadini senza che questi abbiano dimostrato di volerlo fortissimamente. Al punto di rinunciare a parte di se stessi per diventare Europei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi