cerca

Libertà e onore alla mercé dei giacobini

21 Luglio 2011 alle 09:00

Per l'arresto del on. Toni Negri, radicale, condannato penalmente a 10 anni di carcere, Giancarlo Pajetta sputò in faccia a Pannella che, astenendosi sul voto, aveva consentito la carcerazione del parlamentare Toni Negri (riparato furbamente in Francia). Sono passati decenni, anche il Pci è diventato Pd, ma i manettari dell'epoca si presero il disprezzo sputacchioso del Pci. Giancarlo Pajetta, autorevolissimo garantista di stagione, inveì contro Pannella. O tempora o mores, i piddì di oggi son tutti manettari e Alfonso Papa dovrebbe essere arrestato per compiacere i complici della loro guerra antiberlusconiana. Una nuova vergogna che si accumula ad altre vergogne. W la libertà!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi