cerca

Triste spettacolo

20 Luglio 2011 alle 20:00

Di spettacoli tristi e desolanti la politica italiana ne offre parecchi e da tanto tempo. Ma per il mio modo di vedere e per la mia scala di priorità, il più triste di tutti è sempre quello che riguarda il rapporto con la strapotente casta della magistratura, tanto più osservando quello che sta avvenendo ora. Lega, Udc, Pd, Fli…tutti pronti a prostrarsi di fronte alle richieste di arresto delle procure. Fini, autorevole esponente di una destra "moderna ed europea", volendo spiccare su tutti, ha inoltre tenuto a precisare che per lui anche solo un sospetto di reato dovrebbe fare dimettere un politico. Sembra davvero che Mani Pulite, con tutte le sue storture e brutture, non abbia insegnato nulla. Berlusconi avrà anche deluso, avrà mancato le sue più importanti promesse, sarà ormai in declino e “ammuffito”, come sostengono in molti. Ma io continuerò a votarlo senza esitazioni, sino a che sarà in campo. Per più di un motivo, ma prima di tutto perché rimane l’unico ad avere davvero coraggio, in questo scenario politico pieno di ometti opportunisti, vigliacchi e senza palle. Mi rendo conto che la mia, per stile e contenuto, non è un’analisi politica particolarmente sottile ed elegante, ed è certo sotto gli standard del Foglio, però è tanto sentita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi