cerca

Elogio del rating

20 Luglio 2011 alle 19:00

Dunque abbiamo votato per due referendum in cui sostanzialmente diciamo che i servizi pubblici non possono essere gestiti dai privati. Quindi saranno gestiti dalla politica. Bene. Ma perchè allora ci lamentiamo dei costi della politica? Abbiamo votato anche, senza se e senza ma, per il no al nucleare, quindi avremo l'energia più cara del pianeta, e allora perchè ci lamentiamo del costo degli idrocarburi e per la delocalizazione delle nostre industrie ?. Tralascio la situazione politica che è sotto gli occhi di tutti. Ora immaginatevi una agenzia di rating che deve giudicare un pase come questo, con un debito pubblico di quasi 2000 miliardi di euro. Che voto può darci? Siamo noi sotto esame, non le agenzie di rating, non si vive di soli debiti. Se queste agenzie avessero agito cosi molti risparmiatori non avrebbero comprato titoli argentini. Queste agenzie sono l'unico punto di riferimento per i piccoli risparmiatori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi