cerca

Pure caste

18 Luglio 2011 alle 18:00

Per ampliare il panorama delle caste effettivamente a disposizione direi che non si può dimenticare quella dei vari addetti presso nostre rappresentanze all'estero, il cui stipendio medio è guarda caso tra i più elevati, se non il più elevato ad esempio tra tutti i paesi aderenti all'Onu. Si parla di centinaia di migliaia di Euro all'anno esentasse più benefici vari tra cui spese di trasloco e rimborso parziale spese di affitto (rappresentanza). Per quale ragione? Quale elevato contributo alla nostra società, talmente elevato da essere retribuito totalmente al di sopra di ogni reale ritorno economico e d'immagine visto che l'Italia all'estero ha sempre la stessa immagine e non deve essere un caso, forse parlassero male del nostro Governo e del nostro Paese? Non so, solo un dubbio. Parliamo anche della caste delle Signore e dei Signori andati in pensione a 39 anni, ai quali francamente andrebbe tolto il diritto acquisito. Non si tocchino i diritti acquisiti? E chi mai dice che sia giusto quando l'acquisizione di un tuo diritto evidentemente ingiusto impedisce agli altri di esercitare un diritto giusto? Mi fermo qui per ora, ma meno stato e soprattutto al servizio del cittadino e non il contrario grazie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi