cerca

Crisi economica o crisi finanziaria?

14 Luglio 2011 alle 14:30

In queste ore in cui si dibatte, con ampi spazi, sulla manovra del governo per arrivare all'obiettivo del pareggio di bilancio, vedo ripetute le stesse considerazioni dell'inizio della crisi mondiale del 2009. Sono passati due anni e sembra tutto ripetuto, tanto che trovano conferma le parole di Mario Missiroli, direttore tra l'altro del Corriere, che "niente è più inedito della carta stampata. Tutto questo per affermare che i tonfi della borsa venerdì e lunedì scorsi non saranno né il primo né il secondo. Infatti ne verranno altri, ma i propositi di fermare l'agire degli speculatori poi rimangono lettera morta. Non più la frase di rito "E' la stampa, bellezza", ma quella "E' l'agire dei mercati, bellezza". Sicuramnete per le generazioni che si sono formati sui manuali di economia politica, cito alcuni nomi italiani, Bresciani Turroni, Giuseppe Ugo Papi, Ferdinando di Fenizio, la situazione che si è creata c'è difficoltà a capirla. Ma lo stesso per i manuali tipo quello di Paul Samuelson. C'è da sperare che questa coesione nazionale porti a qualche novità e soprattutto si arrivi a quelle riforme strutturali, compresi i costi della politica a tutti i livelli, per guardare con rinnovata speranza al futuro di quest'Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi