cerca

Patrimoniale familiare & dintorni

12 Luglio 2011 alle 17:09

Prima di mettere mano agli strumenti della finanza e alle alchimie di bilancio “bisogna rimettere a posto l'uomo, ridandogli un vero ruolo nell'universo e nella natura”. E sbaglierebbe chi pensasse che questa non sia materia per i burocrati del tasso d’interesse e dello spread Btp-Bound: quando infatti Ettore Gotti Tedeschi afferma che la via per uscire dalla crisi è “riprendere a fare figli, ma in una famiglia vera, fatta di papà e mamma, fondata sul matrimonio” per poi chiosare con un “non lo dico da moralista, ma da economista”, non dice nulla di esotico per le argute orecchie dei suoi famelici colleghi. E’, infatti, proprio e solo alla “famiglia vera”, e non certamente ai suoi surrogati zapatero/vendoliani, che costoro pensano quando anelano di tassare la ricchezza patrimoniale degli italiani “per l’abbattimento del debito così da potersi dedicare [bontà loro] all’obbiettivo della crescita” (così Giuliano Amato, appena qualche mese fa). Bisogna che si sbrighino, però. L'istituto "tradizionale" è in estinzione nè dalla popolazione dei famigerati “registri delle unioni di fatto” ci sarà, temo, molto da spremere. In compenso si vivrà tutti felici e contenti, in piena libertà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi