cerca

Ma la manovra Tremonti?

12 Luglio 2011 alle 18:30

E' incredibile di come la quotidiana confusione, udita dalle mie orecchie, mi stia causando una sordità dalla quale deriva l'assoluta incapacità d'intendere come stiano veramente le cose. Mi rendo ovviamente conto di quanto sia presuntuoso il voler intendere la verità delle cose, condizione che storicamente credo non sia mai stata realizzata, ma ora forse si esagera. Ogni giorno se ne sente una diversa in merito al valore della manovra finanziaria e alla capacità di far fronte alle difficoltà economiche di questo povero Paese: prima un'agenzia di rating ne minimizza la portata, poi un altro importante istituto ne magnifica il valore, dopodiché un'altra agenzia la incensa, mentre esimi economisti la fanno a pezzetti, ora il Commissario Ue all'Economia plaude...appena desto questa mattina ho visto alla tv politici sperticarsi nel dire che i mercati punivano Tremonti, la sua manovra, il governo e compagnia cantante, mentre ora ho sotto gli occhi la notizia di come Milano sia la migliore in Europa. A questo punto, e lo dico sottovoce, forse questo pomeriggio la manovra risulta essere credibile? Una cosa però a questo punto mi preoccupa: domani è prevista in arrivo una perturbazione dal nord Atlantico che "verrà a contatto con una massa d'aria umida e ricca di energia che staziona in Valpadana". Non oso immaginare quali imponderabili effetti ciò potrà causare sulla Borsa di Milano, e della finanziaria che ne sarà? Sotto la prospettiva di una luce ingrigita da tale perturbazione, anziché sotto un sole splendente quale è oggi, forse domani i mercati non avranno più fiducia in essa...ah! Ma che sciocco che sono a preoccuparmi: è vero che tanto Urano non è in Toro...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi