cerca

L'asino di Giarrocco

10 Luglio 2011 alle 10:00

Dalle mie parti è diffusa una storiella che parla di un asino e del suo padrone, tale Giarrocco, che un giorno decise di abituare la malcapitata bestia a non mangiare più. Lo fece con metodo, nutrendolo con razioni sempre più esigue fino al nulla. Come è facile immaginare il nulla non è abbastanza e, nel bel mezzo della strada che conduceva al paesello, l’animale stramazzò stecchito a terra, vinto dalla fatica del basto e dall’inedia. Un passante che dal paesello tornava e che conosceva Giarrocco e soprattutto il suo insensato proposito, incrociando aveva assistito alla pietosa scena e dopo aver rivolto un’occhiata esperta all’animale ed una ingiuria sprezzante al suo padrone che lo stava fissando come un mendicante che pretende la carità, scosse sconsolato il capo e fece per allontanarsi. Dopo pochi passi udì il lamento di Giarrocco che, ormai accasciato sul cadavere, piangeva e si rammaricava: “Peccato!” diceva all’asinello mentre con una mano gli accarezzava il capo e con l’altra gli menava cazzotti sul fianco “ Proprio adesso che ti eri abituato…”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi