cerca

Scrive Cerasa che manca una parola. Mancasse solo quella!

8 Luglio 2011 alle 16:43

Riguardo a quanto compare nell'intervista, non manca nulla: il Cav. ha detto che non sarà il candidato premier, al suo posto Alfano, poi che si dedicherà alla costruzione del Ppe italiano. Già, le primarie. Il fascino di una parola che evoca la vetta più alta della democrazia partecipativa. Occorre però che siano, per avere indiscussa credibilità per i votanti e per i contendenti, inquadrate in uno svolgimento, definito con regole, meglio con una legge che valga per tutti. Veltroni ha fatto la prima mossa. In assenza di questo strumento, asettico e, neutro quanto possibile da noi, rimangono dichiarazioni e posizioni che accentuano la litigiosità del sistema politico. Ma ammettiamo che si faccia lo strumento giusto. Se il Cav., non vi partecipa, adottando lo statuto Pd, così siamo insospettabili, il segretario Alfano, è il candidato naturale, che può essere sfidato da chiunque, nel Partito, pensi di averne le caratteristiche necessarie e sia disposto a sentirsi responsabilmente in accordo con qualsiasi risultato possa verificarsi. Non va bene un capo imposto, ma neppure uno non pienamente riconosciuto. A legge elettorale invariata, possono rendersi necessarie anche le primarie di "coalizione". Intesi? Di coalizione. Per cui Fini e Casini, prima entrano nella coalizione che sfiderà quella di centrosinistra, poi nei modi previsti, potranno competere con Alfano, Formigoni, Tremonti, Quagliarello o chi per loro. E, vinca il migliore. Ma non accadrà, perlomeno con l'indispensabile unità d'intenti e di reciproca accettazione. Tanti ambiscono di passare alla storia come quello che ha rifondato il centrodestra. Resta pure da digerire che sia il Cav. a fare il Ppe italiano. Certo, dichiarare su Repubblica, che non sarà lui il prossimo candidato premier ha gettato nello sconforto il circo mediatico-giudiziario che vive e prospera sulla sua presenza a Palazzo Chigi. Se ne inventeranno di nuove, ma per ora è in vantaggio il Cav.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi