cerca

La quadra

8 Luglio 2011 alle 16:37

Meglio tardi che mai Berlusconi, il Pdl e tutto il centro-destra se ne sono accorti: andare avanti a queste condizioni non ha un senso, il Pdl è al minimo storico (20 per cento e poco più, ma destinato a scendere ulteriormente), lo stesso Berlusconi è visibilmente stanchissimo, e più che altro stufo, costruire il Ppe allo stato attuale è letteralmente impossibile, la Grecia si avvicina a grandi passi. Una bella intervista tutto sommato anche se Casini che abbia fatto una brutta fine mi sembra fuori luogo in quanto è il più centrato di tutti, nonchè richiesto da tutti. Se si apparentasse con il Pdl di Alfano perderebbe di nuovo mezzo elettorato, anzi quasi tutto, quindi ciccia. Siccome si vota nel 2012 ci vorrà un Governo di unità nazionale da ottobre alle elezioni. Sennò Grecia. Alle elezioni la sconfitta è certa con Alfano seppur bravo o con Maroni perchè Casini non se li fila, con Tremonti leader la sinistra vince di poco ma vince e Casini chissà... Le primarie a destra sono autolesioniste perchè la destra è leaderista, vanno bene per la sinistra. La destra rivince solo in un modo: con un governo di unità nazionale (non tecnico in senso stretto) a brevissimo e trovando una quadra con l'Udc nel tempo che intercorre fino alle elezioni del 2012,trovando nel contempo per Berlusconi la soluzione migliore. E' l'unica porta rimasta aperta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi