cerca

In Libia tra pasticci, paradossi o caos istituzionali

8 Luglio 2011 alle 11:00

Se non siamo alla confusione, siamo ai pasticci istituzionali. Di certo siamo ai paradossi istituzionali. Il premier che non voleva la guerra alla Libia ma si lascia trascinare dal capo dello stato. Quindi lanciamo missili allo stato libico che tanto non ci restituisce il colpo. Ora il governo ripensa alla Libia, da cui vorrebbe andar via, anche perchè stiamo facendo palesemente schifo, e Giorgio Napolitano che fa? Il capo dello Stato sostiene che non possiamo agire unilateralmente. Credo proprio siamo in pieno paradosso o pasticcio istituzionale mentre ci è perfino sfuggita la ratio della risoluzione Onu. Che ammetteva di tarpare le ali all'aviazione di Gheddafi. Poi sono sopraggiunti i missili intelligenti, di sterminio degli insorti e di bambini, e in Italia è diventato oramai impossibile ripensare alla questione libica. Il ripensamento politico lo reputo oltremodo doveroso, dal momento che la risoluzione Onu è diventata carta straccia. Difatti Sarkozy pare stia inviando armi a gogò agli insorti e non per stemperare gli animi. Mentre noi in Italia, anche davanti all'ulteriore avventatezza francese continuiamo ad assistere la sopraffazione del premier da parte del capo dello Stato. Siamo in mezzo a pasticci istituzionali o dentro direttamente al caos?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi