cerca

Un gentiluomo a Palazzo Chigi

6 Luglio 2011 alle 09:30

Non so se abbia fatto bene a ritirare la norma che lo avrebbe tutelato da un salasso mortale. Se lo ha fatto per scrupolo democratico, ha sbagliato due volte: la prima quando l'ha fatta, la seconda quando l'ha ritirata. Questa confisca (di questo si tratta) ha bisogno di cuor di leone e ferma decisione: non si può tentennare. Tertium non datur. A birbante, birbante e mezzo. Il potente che lo immiserisce è uno della casta, non uno qualsiasi: lanciafiamme! all'occorrenza. Quanto alle pensioni da non RITOCCARE, è vero, si era promesso di non mettere le mani nelle tasche degli italiani: se gli italiani fossero rinsaviti ('a munnezza 'e Napule e i No Tav dimostrano il contrario). La spesa va oltre le possibilità consentite alla pubblica amministrazione, le pensioni sono una conquista dei lavoratori, se non c'è lavoro non può esserci pensione. Duro a dirsi, ma è così. Riducessero le pensioni (e abolissero le Provincie) anche al personale politico, contributi versati dallo Stato in una partita di giro che grava sui nostri portafogli. Dopo una legislatura una pensione di oltre 3000 euro: una truffa! Forza Cavaliere: RESISTERE!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi