cerca

Missioni all'estero

6 Luglio 2011 alle 19:30

Napolitano, nel corso della riunione di oggi del consiglio supremo di difesa a cui hanno partecipato Berlusconi, Maroni e Frattini, ha dichiarato che l'Italia deve continuare la sua partecipazione con la Nato in Libia. Francamente non riesco a capire tutta questa sua convinzione, visto com'è nata tutta l'operazione sotto l'avallo dell'Onu. Un'operazione ambigua, ipocrita e,come stanno dimostrando i fatti,sterile. Non si vede una via d'uscita e non si capisce perchè, ad es, la coalizione non proponga a Gheddafi un effettivo cessate il fuoco. Così si potrà vedere se davvero il regime vuole trattare. L'incognita, però, è la Francia che su questo non ci sente, impegnata a tutelare i suoi interessi. Insomma, la situazione è certamente difficile, ma anche il governo italiano ha un atteggiamento non univoco, come quello di Frattini che semba contraddire la posizione di Maroni e della Lega. Un ritiro unilaterale è cosa non così facile, è vero, ma l'Italia dovrebbe avere più coraggio nel porre con più determinazione tutta la questione. Mi meraviglia molto il Presidente della repubblica che sembra non rendersi conto del fallimento di questa missione, a prescindere dalle altre che hanno avuto e hanno una maggiore coerenza con quelle che erano le loro premesse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi