cerca

Qualche domanda non Politically correct...

4 Luglio 2011 alle 15:34

Ancora guerriglia! Questa volta (3 luglio) tutti hanno condannato, esclusi quattro gatti fuori dal coro (e dalla civiltà). Anche Napolitano ha energicamente e tempestivamente condannato, richiamando genericamente le istituzioni a combattere l'incredibile violenza di questi delinquenti (dico meno del giusto, ma non vorrei offendere i terroristi o gli animali). Le forze dell'ordine hanno fatto il loro dovere, purtroppo con sistemi minimi e grande dispendio di mezzi ed energie, in conseguenza di altre vergognose avventure per le quali alcuni di loro sono stati inquisiti e peersino condannati. E la magistratura? Domani non dovrebbe iniziare un procedimento direttissimo, da chiudere in pochi minuti, con condanne ad anni, anzi a lustri, perché non è ammissibile la lotta allo Stato? Anzi, come la mettiamo con qualche buffone che giustifica la guerra civile e forse l'alimenta? E' possibile che si incrimini e si arrivi a condannare il commerciante che è riuscito ad ammazzare il rapinatore armato pronto ad ammazzarlo e si arrivi a condannare elementi delle forze dell'ordine che hanno, con mezzi opportuni e molto coraggio, difeso l'ordine sociale, cioè lo Stato, da attacchi di impensabile violenza? E, comunque, non guasterebbe una lezioncina a tutta quella brava gente che manifesta in modo "non violento", anche se non si sa perché, ma tanto non succede nulla, però si potrebbe capitare in qualche ripresa televisiva.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi