cerca

Democrazia e anarchia

4 Luglio 2011 alle 21:00

Gli scontri contro il tunnel della Tav sono secondo me un ulteriore segnale di come sia sottile il confine tra democrazia ed anarchia; di come la piazza, che dovrebbe essere il simbolo sacro della libertà di un popolo di dissentire e protestare, possa diventare lo strumento di alcune minoranze per cercare di imporre con la forza le proprie scelte. Una mia sensazione è che un numero sempre maggiore di cittadini, di fatto delusi da un assetto politico/istituzionale fragile ed inadeguato, si stia convincendo di avere il diritto di scavalcare le regole democratiche e stabilire autonomamente quali siano i passi giusti da compiere, portandoli a compimento anche con l’uso della violenza ed al di fuori delle sedi istituzionali. Bisognerebbe far capire a tutti che democrazia non significa poter scegliere quali leggi si vuol rispettare, ma far prevalere i diritti e gli interessi della collettività (rappresentati dalla maggioranza di cittadini uguali fra loro) su quelli particolari e minoritari. Avere dei politici inetti o non condividere certe scelte non autorizza nessuno a farsi giustizia(?) da solo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi