cerca

Ipertecnologia assassina

30 Giugno 2011 alle 18:29

Il sig. Baldassarre se la prende coi no-Tav tecnologizzati che si vogliono salvare dall'inquinamento con mezzi che provocano sull'altra faccia della terra sfruttamento e morte. Ora io non capisco il ragionamento: se sono a favore della Tav va bene che me ne infischi dei cinesi che ci rimettono la salute o addirittura la vita per tener basso il prezzo del mio cellulare, mentre se sono contro l'alta velocità di cellulari, pc e altre diavolerie iper-tecnologiche, non devo nemmeno sentire il puzzo da lontano? Siccome immagino che il sig. Baldassarre sia un sì-Tav immagino anche che usi gli aggeggi tecno con la massima disinvoltura e peggio per i cinesi. Ma non sarebbe più intelligente distinguere i piani? La vita dei cinesi sfruttati non dovrebbe preoccupare tutti noi fruitori di ipertecnologia assassina, sì-Tav o no-Tav che siamo? E il calcolo dei costi e dei benefici della Tav non dovrebbe non entrarci per un ciufolo con i cinesi sfruttati?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi