cerca

Giustizia e ordine pubblico

29 Giugno 2011 alle 11:59

Bene l'intervento delle forze dell'ordine (tardivo, molto tardivo) per i cantieri della Tav, ma è solo qui lo Stato? Hanno dovuto intervenire anche i vigili del fuoco. Non è possibile che chiunque voglia fare casino, se trova altri quattro (sta per mille, centomila, milioni) gatti rabbiosi, possa violentare, con una scusa o con l'altra, l'ordine sociale col bloccare strade, autostrade, ferrovie, dividendo addirittura l'Italia in due o più parti, sfasciando, distruggendo e magari trovando ampia visibilità e strana comprensione sui mas media! E, magari, a spese delle forze dell'ordine! Non è possibile che la magistratura (magistrati gli inquirenti?) si sforzi, depauperando le casse dello Stato, di scoprire attesi o presunti reati d'ogni genere, dando in pasto a tutti fatti personali e irrilevanti per la Giustizia (scusate la maiuscola) e poi i suoi santoni ignorano reati a tutti evidenti. Fenomeno sempre esistito, invero, anche quando i magistrati facevano di tutto per non essere visibili ed avevano l'unico scopo di applicare la legge. L'unico caso che credo si possa richiamare, dovrebbe essere l'uso frequente ed indiscriminato del picchettaggio, attentato gravissimo alla libertà individuale, all'ordine pubblico e agli interessi nazionali. Roba di decenni fa, dovuta alla ideologia imperante di una "giusta" lotta di classe imposta dallo "sfruttamento" dei poveri lavoratori ad opera dei famelici datori di lavoro. Forsematrice di quel terrorismo che ha insanguinato il Paese. Le ideologie si sono moltiplicate, ma il sistema si è adattato, cercando reati

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi