cerca

No-Tav

28 Giugno 2011 alle 11:49

Se il popolo Valsusino vincerà la sua coraggiosa battaglia, vorrei tanto che il No all'alta velocità si trasformasse in una grande mobilitazione democratica per il SI al Parco Nazionale della Valle di Susa, applicando a quella bella terra le leggi, le norme, gli statuti che normano i grandi Parchi italiani. Ponendo fine, per sempre, alla speculazione edilizia, ai cambi indiscriminati delle destinazioni d'uso, alle mille deroghe che consentono di violentare la bellezza della natura. I fortissimi vincoli imposti dal Parco, scontenterebbero certamente alcuni interessi particolari. Ma regalerebbero agli abitanti davvero innamorati della loro Terra, al Piemonte, all'Italia ed al mondo intero un'oasi di natura forse povera e selvaggia, ma ricca di valori antichi e popolari finalmente ritrovati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi