cerca

La voce che si alza dalle strade

27 Giugno 2011 alle 16:30

I rifiuti di Napoli ci raccontano: siamo qui perché la nostra presenza rientra nel modo con cui si trattano gli affari e si ottengono i vantaggi da distribuire ai clienti affezionati, siamo qui perché in assenza dello Stato, qualcosa deve pur esserci, siamo i suoi succedanei, siamo qui perché il nostro valore aggiunto cresce con la nostra permanenza in quanto siamo usabili a mo’ di camaleonti che cambiano pelle a seconda delle circostanze e, infine siamo qui perché il nostro è un sistema paese basato sulle irresponsabilità amministrative e finanziarie e gestionali di regioni, province e comuni, che, questo è l’andazzo consolidato, sono sempre aggiustate dalla fiscalità generale e dagli interventi legislativi del governo. Per questo ci sentiamo anche sicuri. Se poi, il nostro trasferimento in altri luoghi crea così tante e acri contese politiche, bene, allora ci sentiamo pure importanti. Il massimo per una comunità di rifiuti. Farci fuori sarà dura. Pensate, anche quando ci bruciano siamo capaci di moltiplicare i vostri problemi sanitari e, muovere altro business.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi