cerca

L'Italia in mano agli spioni; tace Napolitano

27 Giugno 2011 alle 14:00

Come mai sig. presidente della Repubblica non fa un richiamo contro gli abusi e gli eccessi dei magistrati requirenti che prendono gusto nel passare notizie riservate o intere inchieste a costi elevatissimi al gossip mediatico senza che nessuno chieda mai conto? Perchè non chiede mai l'apertura anche di un procedimento disciplinare almeno sui casi macroscopici di abusi? Ma le pare lecito che un'inchiesta penale finisca tutta sui giornali prima ancora che venga portata a compimento? Ma è credibile l'azione giudiziaria che si conduce a colpi di tritacarne mediatico? Perchè il Csm da lei presieduto permette queste porcherie che sono anche di discredito all'ordine giudiziario e non solo di danno, di enormi danni alle persone? Ma che razza di democrazia è questa se non s'impediscono gli intollerabili abusi a chi è preposto per impedirli? Lei, sig. presidente è il Comandante in capo dell'Italia; è il presidente di tutti noi ed ha l'obbligo di intervenire anche con durezza. La magistratura deve costituire un pilastro e non il disastro della democrazia. E le procure competenti per giurisdizione ad indagare sui magistrati dalle mani bucate perchè mai li inquisiscono per appurarne le responsabilità anche penali e non solo disciplinari? Non si dice che l'azione penale è obbligatoria? Ma è obbligatoria ad intermittenza oppure diventa obbligatoria se riguardano le condotte del Caimano filibustiere?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi