cerca

Calcio, società, stadi: nuova fase

22 Giugno 2011 alle 16:30

Nuove idee, nuovi progetti, nuova fase per il prossimo campionato di calcio che parla di incremento della "tessera del tifoso", della necessità dell'approvazione di una legge sugli stadi, di stop a barriere e reti negli stadi italiani per restituire gli impianti alle famiglie escludendo frange violente dallo spettacolo del pallone, stop al fenomeno del bagarinaggio. In particolare - come ha ammesso il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete - si sta cercando di raggiungere un obbiettivo importante, che "sposi la filosofia di vivere l'evento sportivo come in tutta Europa". In pratica, si sta entrando in una nuova fase dell'era calcistica caratterizzata dall'elemento di fondo di una sorta di rivoluzione sia culturale che funzionale nel rapporto stadi, società e tifoserie con l'obbiettivo di attribuire più responsabilità alle società, spingendole al miglioramento degli impianti già esistenti. Questa premessa importante vuole essere propedeutica ad una novità importante che caratterizzerà la nuova stagione dello Stadio Ferraris e del Genoa, novità creata dall'ufficio marketing del Genoa di Enrico Preziosi che darà un nuovo assetto allo Stadio Luigi Ferraris in occasione di tutte le partite del Genoa giocate ovviamente in casa. Lo stadio sarà l'occasione per "unire l'utile al dilettevole", vale a dire, per presentare le bellezze paesaggistiche e soprattutto le specialità e tradizioni gastronomiche (dall'olio al pesto alla focaccia al formaggio) sia su maxischermi sia attraverso dei gazebo adibiti ad aree catering. Il responsabile marketing del Genoa, Daniele Bruzzone, spiega che "questa idea è coerente con il progetto "Genoa91/o" per avvicinare la città alla società. Questa novità rientra quindi nel discorso e progetto di una rivoluzione degli stadi che ci si aspetta avvenire sempre più in futuro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi