cerca

Che tristezza

13 Giugno 2011 alle 16:37

Gentile direttore, ho 30 anni e da qualche mese ho deciso di abbandonare un lavoro bello e interessante in giro per il mondo per tornare in Italia. Premetto che ho sempre detestato gli italiani che all'estero non fanno altro che parlare male dell'Italia, ma che tristezza tornare in questo paese, pardon, con questi italiani... il referendum è il simbolo della strumentalizazione dell'ideologia più ottusa da bar sport... ok, Berlusconi ci avrà messo del suo, ma non possiamo abbassarci a sfruttare ogni occasione (elezioni amministrative, referendum) per darci la zappa sui piedi. "C'è da votare il sindaco? Beh voto contro Berlusconi", c'è il referendum? beh se sono di sinistra voto 4 sì!" che ignoranza! Siamo sempre i primi a criticare i bunga bunga (che non mi fraintenda sono ben da condannare), ma alla fine non si guarda a null'altro. Le trasmissioni televisive vengono riempite dalle "belle" facce di Bersani, Di Pietro... che da 4 anni non fanno altro che chiedere le dimissioni del governo... ma programmi? Questo referendum è stato vergognoso! Vedo un futuro sempre più nero, anzi, preoccupantemente rosso!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi