cerca

Ma se Berlusconi non cambia, perché non cambiate voi?

10 Giugno 2011 alle 17:45

Cari giornalisti de il Foglio, il Giornale e di Libero, grazie per la bella iniziativa del teatro Capranica, fa piacere che ci abbiate dispensato la vostra opinione, per me assolutamente condivisibile. Ma sono anche certo che tutto quello che avete detto, lo avrete senz’altro gia detto al presidente Berlusconi, e, vedendo i risultati, mi pare non vi stia ascoltando. Ora in attesa che Berlusconi esca da questo ginepraio, perché non iniziate a cambiare voi? Tento di spiegarmi meglio. Se chiedete al presidente di tornare a fare “Il Berlusconi” del ’94, essendo voi il riferimento degli elettori di centrodestra, perché non smettete di farvi invischiare “nel fango” in cui La Repubblica, il Corriere e gli altri giornali radical chic vi trascinano ogni giorno? Basta parlare del diritto di essere servi, iniziate a “servire” qualcosa, fateci sapere la vera attività del Governo, quali leggi vengono approvate (e perché), quali proposte di legge ci sono, chi nel pdl le promuove e chi le frena, insomma, fateci capire cosa sta facendo questo governo Berlusconi. Ci aspetta una campagna elettorale di due anni, io non credo di riuscire a seguirvi se sarà basata sulle toghe rosse, sul rubygate, sul conflitto di interessi… sarà una campagna inutile. Se invece si parlasse di cosa il governo ha fatto fin’ora, di cosa sta facendo e cosa vorrebbe fare in futuro, allora il discorso cambia, magari ci appassioneremmo di più. Infine un’ultimo pensiero a Feltri. Ci fa per favore capire cosa ha intenzione di fare? In tre mesi ha cambiato tre giornali …. Unica cosa positiva di questa continua migrazione, è che ci ha fatto scoprire Sallusti (e di questo lo ringrazio).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi