cerca

Il bel paese dove il si suona

9 Giugno 2011 alle 15:00

L’ultima volta che è stato raggiunto il quorum in un referendum abrogativo risale al lontanissimo 1995. Da allora per ben 6 volte si sono sprecati soldi inutilmente e le poche volte che il referendum è risultato valido la volontà dei cittadini non è stata rispettata, con sotterfugi legislativi o restyling di facciata. I cittadini si erano espressi per l’abrogazione del finanziamento pubblico dei partiti, dei ministeri turismo e agricoltura, per la privatizzazione Rai, per la regolamentazione della raccolta pubblicitaria televisiva e delle interruzioni pubblicitarie: eppure il primo non è sparito, anzi, i ministeri sono ricomparsi cambiando solo la denominazione, la Rai è diventata una delle tante torte da spartire tra i vari partiti, la programmazione televisiva è ridotta a qualche trasmissione intervallata da una miriade di interruzioni pubblicitarie. Ha ancora senso andare a votare per i referendum?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi