cerca

Sindrome 25 Luglio (per i servi liberi del Capranica)

6 Giugno 2011 alle 15:00

Pietrangelo Buttafuoco, che leggo e ascolto volentieri, intravede nella sconfitta di Berlusconi l’antico vizio italiano di mollare il capo quando lo vede in difficoltà. Forse. Churchill, un grande della storia, perse le elezioni dopo aver salvato l’Inghilterra. Tradimento? No, è solo la democrazia, che sceglie un leader secondo i tempi che vive. L’odg Grandi è ascritto in un lontano passato e il presente è altra cosa. Il vizio di riportare ogni cosa ai tempi andati, è anche della sinistra che non vince, ma “libera” Milano o Napoli dall’invasore. Vorrei l’Italia libera da questa dicotomia e il realizzarsi di un banale metro di giudizio basato sull’analisi “oggettiva” dello scarto fra l’annuncio e la realizzazione. Nella Genesi, Adamo colto sul “fatto”, accusa Eva, che a sua volta accusa il serpente. La colpa è sempre degli altri, mai nostra. Da Bruno Vespa, Berlusconi colto sul “fatto”, accusa “il sistema” per le mancate promesse. Dimenticando che lui era lì per modificarlo. Che farà Berlusconi fonderà la Rsi, proponendo l’antico schema o come un leader moderno lascerà con l’onore delle armi? Altro e più importante quesito è cosa farà il centro destra senza Berlusconi. Riuscirà ad emanciparsi dalla magia Berlusconiana o viceversa si scioglierà come neve al sole? Vedremo se riusciremo ad evitare l’arrivo “dell’armata rossa”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi