cerca

La peste di Amburgo

3 Giugno 2011 alle 18:00

L’epidemiologo Donato Greco individua in una probabile “evoluzione naturale” la causa che ha trasformato una forma mutante di Escherichia coli nel batterio-killer tedesco. Evidentemente anche Darwin si sta evolvendo, dato che i “casuali cambiamenti” che egli teorizzava necessitano di un tempo “sufficientemente ampio” (non una notte o due) per essere significativi. La sconveniente teoria “fantagenetica” che si vuol bocciare sul nascere riguarda probabilmente il fatto che l’E. coli è un microrganismo capace di sintetizzare il butanolo, biocarburante sostitutivo della benzina. Scienziati di tutto il mondo (soprattutto Ucla e Berkeley) stanno lavorando alacremente per mutarlo geneticamente con lo scopo di arrivare a produrre, per mezzo dei suoi enzimi, almeno 15 grammi di butanolo per litro di coltura, sufficienti a rendere conveniente una produzione industriale. La Germania ha un impellente bisogno di trovare forme di energia sostitutive all’atomo, ma bisogna stare attenti agli ogm, di qualsiasi tipo, perché possono fare scherzi anche peggiori di quelli di Fukushima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi