cerca

Come foglie al vento

3 Giugno 2011 alle 16:00

Emblematico, istruttivo l'articolo di Carlo Stagnaro che chiarisce gli aspetti dei quesiti referendari sull'acqua e, a parte evidenziare, come la criptica formulazione degli stessi tolga ogni valore di consapevolezza al 90% di coloro che voteranno, poi scopre l’arcano: "Ma finché non si sottrae la politica tariffaria dalle mani degli uomini politici, che hanno interesse a usarla o come strumento clientelare, o come leva elettorale, difficilmente i problemi verranno risolti”. Chiaro esempio di evasione fiscale legalizzata e di riciclaggio di denaro illecito. Non sarebbe meglio “liberarsi” di questi imbrogli? Ma si sa, politica vuol dire pubblico e tutto ciò che è pubblico è politicamente corretto: anche le politiche tariffarie e lo spreco del 37 per cento dell’acqua trasportata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi