cerca

Smettiamola di prenderci in giro

2 Giugno 2011 alle 14:00

Mi pare impossibile, il Cavaliere tenta di esorcizzare il disastro ricorrendo ai vecchi rituali della I Repubblica. Riesumiamo gli obsoleti apparati oligarchici e crediamo d'impressionare l'elettore che ormai ci deride. Non ha capito ancora, il Cavaliere, che la sconfitta c'ha un nome e cognome: SILVIO BERLUSCONI. Son finite le smargiassate ritenute l'originalità di un carattere indomito, insofferente all'eterodossia, sono dei boomerangs che hanno colpito il lanciatore. E' meglio che ci si convinca, senza giaculatorie predicate in convegni e meeting dalla dubbia sacralità. Il comportamento scandaloso del presidente del Consiglio (un uomo libero di condurre la vita che vuole, ma non essendo il premier) ha deluso e nauseato gli elettori. Dopo Casoria si sperava in meglio: macché, peggio che andar di notte. A questo punto, fa d'uopo che il Cavaliere si ritiri, [De gaulle (un gigante della storia), sdegnato, lo fece ritirandosi a Colombey-les-deuz-Églises. Per motivi inerenti esclusivamente al potere.] lasci al nostro destino il peggio che verrà, si ritiri a Sant'Elena...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi