cerca

Un patrimonio da non disperdere. Assolutamente

30 Maggio 2011 alle 14:00

Il Direttore ben nota:” Tre anni fa ci fu un plebiscito nazionale, Roma compresa. Veltroni difese bene a sinistra la sconfitta prevista dell’Unione, un fantasma oggi senza babbo né mamma. Berlusconi e Bossi fecero bingo". Nella frettolosa euforia della vittoria, o forse per una pigrizia culturale di fondo, non si fecero le domande fondamentali:”Cosa c’è dietro i nostri 17 milioni di voti, quale reale potere di manovra per governare efficacemente? Quali sono le strutture decisionali chiave su cui possiamo contare? Considerando le istituzioni, nelle loro articolazioni e potere d’interdizione, i soggetti del mondo dell’informazione, stampa e tv, il loro atteggiamento e orientamento consolidato su target precisi e tutte le varie corporazioni, centrali, periferiche, economiche, sindacali, cresciute nella logica del debito pubblico, della sinecura dei bilanci,del consociativismo, la risposta giusta non avrebbe potuto essere che,“poca cosa”. Occorreva la consapevolezza che, da noi, non basta un grande consenso popolare per “governare”, specie se questo comporta, per il programma che ti sei dato, toccare, spostare, ridisegnare assetti di rendita e di potere tenacemente presenti e così diffusi da coinvolgere anche la tua parte. Che però è quella che ti ha mandato al governo e non vuole sentirsi dire, non importa se a ragione,:”Non mi fanno governare”. L'esatto opposto dell’evidenziare e persuadere che loro sono la parte concreta del paese, la sola che, pure con sacrificio, può portare l'Italia fuori dalle secche della vecchia politica. E’ probabile che, qualsiasi siano i risultati di Milano e Napoli, il Governo possa terminare la legislatura. Se così sarà, pur tra cento traversie, col circo medgiud scatenato, avranno l'occasione per riguadagnarsi la credibilità. Attaccando, con un nuovo schema di gioco, con parole nuove, basta col vittimismo e i comunisti, che motivino e facciano sentire protagonisti diciassette milioni di voti. La sfida di un convinto, comune sentire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi