cerca

E’ giusto che Atene cada?

26 Maggio 2011 alle 18:30

E’ giusto che la Grecia paghi i debiti. Fra debitore, creditore e contribuente, il fardello gravi su chi i debiti li ha contratti per poi, magari, sperperare. Ne va del diritto di proprietà, fondamento di qualsiasi società liberale. Se poi il debitore proprio non può è giusto che la perdita non sia del contribuente ma del creditore; lui ha deciso e lui ha incassato gli interessi. Sul debitore deve però gravare il massimo peso possibile, per evitare che altri, dopo l’Argentina – ricordate? – e forse ora la Grecia, contraggano debiti nell’attesa che, in caso di difficoltà, tanto non li rimborseranno. L’imprenditore, se fallisce, perde tutto ma gli Stati non chiudono e, presto o tardi, tornano a chiedere credito: facciano almeno tutto quanto in loro potere per restituirlo. La Grecia lo ha fatto?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi