cerca

L’analisi del voto nelle grandi città

25 Maggio 2011 alle 13:00

I risultati delle elezioni amministrative si stanno dimostrando più significativi di quello che appare. In passato, eravamo abituati a considerare il quadro politico nazionale come lo scenario di riferimento anche per le amministrazioni delle grandi città. Adesso questa relazione si è invertita e Milano e Napoli rappresentano i casi più clamorosi di questa inversione. L’analisi del voto, qualsiasi sia l’esito dei ballottaggi, dimostra una indubbia vittoria a sinistra dell’elettorato radicale, che è riuscito ad attrarre i voti di potenziali astensionisti e, probabilmente, anche dell’elettorato moderato. Questo comporterà che la sinistra radicale, esclusa dal Parlamento nelle ultime elezioni politiche, vi rientrerà forte di questi successi avuti in periferia. Tutto questo lascia prefigurare una semplificazione del quadro politico nella sinistra che incorporerà in modo organico la componente di Rifondazione Comunista ed escluderà le componenti più moderate. E’ pensabile e,per certi versi, auspicabile che anche la destra moderata possa subire un suo processo di semplificazione, attivando una dialettica interna che sicuramente esiste ma che finora non ha avuto modo di emergere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi