cerca

Da esterno, non milanese, non napoletano

24 Maggio 2011 alle 17:23

La Moratti appare fredda, distante; vive in un mondo aristocratico. Sembra al suo posto per elezione divina non per volere popolare. Lei potrebbe dire “il popolo vuole alberi? Compri una villa in Brianza”. Ha solo sbagliato secolo. Berlusconi confonde Milano con Stalingrado, ma è solo un comune. Per non parlare di Bossi e la sparata sui ministeri al nord, in sostanza un invito a votare l’avv. Pisapia. Il blocco sociale che ha sostenuto il Pdl, si fiderà di Pisapia o voterà, turandosi il naso, la Moratti? A Napoli De Magistris umilia il Pd e strappa il secondo turno al candidato Lettieri (che non conosco). L’ex pm invoca legalità in una città off limits da decenni per l’intreccio fra affari e camorra. Musica per la testa e la pancia dei napoletani perbene. Ci voleva tanto a capire quale spartito suonare invece che occhieggiare al malcostume delle abitazioni abusive, costringendo alla minorità perpetua la città? Se vincerà De Magistris, il giustizialista, che non è stato un buon magistrato per la stessa magistratura, la sconfitta sarà veramente una Stalingrado. Tutto sommato tifo Pisapia e anche (con un groppo alla gola) De Magistris. Una sconfitta che deve portare consiglio, e molto presto, nelle fila del centro destra. Queste sono elezioni amministrative, molto più importanti le prossime politiche che non vorrei fossero una Waterloo. Attivarsi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi